Gioie e Dolori

di Carlo Federico Centofanti
Gioia e dolore per il #PescaraRugby nel giro di poche ore.
Il match casalingo con le Vecchie Fiamme Old Rugby asd si apre con il minuto di silenzio per la scomparsa del papà del preparatore atletico Tiziano Gabriele e si chiude con la tredicesima vittoria.
71-7 per gli #squali, frutto di 11 mete e delle 8 trasformazioni di Nico D’antuono. Terzo tempo fino a tarda sera e risveglio con la triste notizia dell’ultimo passaggio effettuato da #RobertoCinelli, pezzo di storia del rugby italiano e colonna portante del rugby pescarese. A lui, gli squali, dedicano la promozione in C1. La superflua cronaca dell’incontro recita di un dominio totale dei ragazzi di casa che, a parte un errore che causa l’unica meta degli ospiti, vanno in meta subito con Edoardo Fracassi, poi con Edoardo Di Filippo, Luca Marusco, Alessio Di Battista e due volte con Giacomo Paolucci a chiudere il primo tempo. Nella ripresa, ancora doppietta di Paolucci e mete di Di Filippo, Federico Serafini e Ernesto Trozzola.
Man of the match, Giacomo Paolucci autore di 4 mete.
Prossimo, e ultimo, impegno stagionale il 23 aprile a ASD Fabriano Rugby (pagina ufficiale) dove il Pescara Rugby andrà a caccia della vittoria numero 14 per chiudere, da imbattuta, un campionato da incorniciare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *